Il Santo Sinodo è la più alta autorità religiosa della Chiesa Ortodossa Italiana.


Il Santo Sinodo è composto dall’Arcivescovo Primate  e tutti i Vescovi siano essi eparchi che esarchi compresi i vescovi ritirati (vescovi emeriti).

 

Il Santo Sinodo svolge la sua attività in cooperazione sinodale e di prescrizione dei Canoni.

Il Presidente del Santo Sinodo è il Primate.

Il Santo Sinodo si riunisce almeno due volte l’anno in seduta di lavoro ordinaria, nella primavera e nell’autunno, e in seduta straordinaria senza limitazioni.

Le decisioni del Santo Sinodo vengono prese a maggioranza semplice dei votanti, in caso di parità di voto decide il voto del Presidente.

Il Segretario del Santo Sinodo, che partecipa alle riunioni e redige i verbali non ha diritto di voto, può essere un chierico o laico designato dal Santo Sinodo, su proposta del Primate secondo il disposto del Canone 5.

 

Il Santo Sinodo si occupa di:

  • mantenere l’unità dogmatica, liturgica e canonica nella Chiesa Ortodossa Italiana
  • promuovere la comunione con altre giurisdizioni ortodosse
  • esaminare ogni problema d’ordine dogmatico, liturgico, canonico, missionario pastorale e risolverlo in conformità con l’insegnamento della Chiesa Ortodossa
  • decidere, secondo i Santi Canoni, su tutti i problemi ecclesiali di qualsiasi natura
  • decidere per quanto riguarda la canonizzazione dei Santi
  • emettere il tomos di proclamazione della Canonizzazione
  • approvare i regolamenti ecclesiastici stabiliti in conformità con lo Statuto
  • eleggere o revocare il Primate, con i voti dei due terzi dei membri presenti
  • eleggere i Vescovi delle Eparchie od Esarcati, con i voti della metà più uno del totale dei membri presenti
  • decidere con la maggioranza dei due terzi del totale dei suoi membri, sulla comparizione in giudizio canonico di quelli tra i suoi membri che sono accusati di inosservanza dell’insegnamento e della disciplina ecclesiali
  • approvare o respingere, in principio, i ricorsi dei chierici in materia di deposizione e si pronuncia sulle richieste di perdono di questi, con l’avviso previo del Vescovo del luogo
  • iniziare e coltivare le relazioni fraterne interortodosse, relazioni di dialogo e di cooperazione intercristiana ed interreligiosa al livello nazionale ed internazionale
  • approvare le norme relative all’attività missionaria e pastorale, e quelle per la promozione della vita religiosa e morale del clero secondo i dettami del Canone 6

 

Il Santo Sinodo è composto da:
 

alessandro meluzzi ortodosso 645

 

+ Sua Beatitudine  Alessandro I° (al secolo Alessandro Meluzzi)

Arcivescovo d'Italia ed Eparca di Ravenna e Aquileia

 

padre filippo

 

 

 

 

 

 

 

S.E. Rev.ma Filippo Ortenzi - Arcivescovo Vicario d'Italia ed Eparca per il Lazio, la Tuscia e le terre di Roma, Cancelliere Apostolico Generale, Membro del  Tribunale Ecclesiastico  Nazio-nale, Rettore delle strutture accademiche e teologiche della Chiesa

antonio parisi

S.E. Rev.ma Cosma - (al secolo Antonio Parisi) Eparca di Bari e di tutta la Puglia. Portavoce della Chiesa

  

 meluzzi giusio

+ Maximus Giusio - Corepiscopo, Teologo, Consultore, Presidente del Tribunale Nazionale Ecclesiastico.

 

 

  vladica Teofilo Bizantino

 

+++ Vladika Teofilo (al secolo Sidney Pinto Guedes) - Esarca del Brasile - Arci-Eparca di Rio de Janeiro

 

 Jordao Maia da Silva

 

+++ Dom Jordao Maia da Silva - Eparca de Fontaleza (Stato Ceara - Brasile)

 

dom Josè foto

+++ Dom José (José Francisco Rodridues do Nascimento) - Eparca di Fontaleaza (Stato Pernanbuco - Brasile)