Si rende noto che la Confraternita dei Cavalieri della Milizia di San Michele Arcangelo, della quale è Gran Priore il sig. Daniele Dragone, a suo tempo sotto la protezione canonica della nostra Chiesa, non ne fa più parte dal maggio scorso essendo incorsa in scomunica latae sententiae per scisma ed apostasia avendo aderito ad altra organizzazione religiosa nella quale il suddetto Dragone è stato consacrato presbitero.